RizVN Login

Area Soci Redattori



Unici perché diversi

PASSAPORTI   -  SABATO 23 MARZO

Sabato 23 marzo  è indetta un grande marcia contro ogni forma di razzismo e per una Verona aperta e solidale organizzata dalle più svariate sigle associative che si ritrovano sotto lo slogan "Nella mia città nessuno è straniero". 

Sarà un evento gioioso  fatto di musica e flash mob partendo alle ore 15 dal piazzale della stazione FFSS. di Verona Porta Nuova con arrivo in Piazza Bra.

         



Due iniziative di Sobilla Migrante

MUTUO SOCCORSO, AUTOGESTIONE, ACCOGLIENZA DAL BASSO


Nell’Italia del razzismo istituzionale, dell’insofferenza sociale diffusa, dove tolleranza e xenofobia alimentano divisioni e conflitti, esistono diverse realtà urbane e rurali, composte da native/i emigranti, accomunate da pratiche sociali ed economiche basate sul mutuo soccorso e sull’autogestione. Molte di queste esperienze che vivono e si alimentano attraverso la valorizzazione delle diversità - il colore della pelle, il genere o l’ orientamento sessuale, laprovenienza geografica - vogliono *costruire un’economia altra, fuori e contro le leggi del mercato e, al contempo, rivendicano la libertà per tutte/i di circolare regolarmente, senza dover subire espulsioni e respingimenti, senza dover sottostare a continui ricatti. Sono pratiche solidali di accoglienza dal basso, autoproduzioni agroalimentari e artigianali fuori dalle logiche dello sfruttamento delle persone e della terra, reti di supporto legale e di inclusione sociale diffuse sui territori. Sono il frutto di un lavoro comune che chiamiamo "Fuorimercato". Mentre si costruiscono embrioni di una società differente da quella in cui viviamo, è necessario partecipare anche ad una battaglia cruciale: quella per la cittadinanza e per il diritto all’ospitalità, per porre fine alle politiche repressive e securitarie, contro le leggi Bossi-Fini e Minniti-Orlando, il Regolamento Dublino e l’operato di Frontex, per la chiusura immediata dei campi di detenzione in Libia. Nessuna persona è illegale!

*SABATO 18 NOVEMBRE*
*ore 18.00* presentazione di SFRUTTAZERO – La passata di pomodoro con lo 0% di sfruttamento e VILLA ROTH AUTOGESTITA – Rivendicare la felicità! con l’intervento di Osservatorio Migranti Verona

La passata di pomodoro Sfruttazero e l’autogestione abitativa di Villa Roth, sono due esperienze pugliesi, animate da nativi e da migranti, nate dall’esigenza di rispondere ai bisogni primari (reddito e casa),basate sull’autogestione, l’autorganizzazione ed il mutuo soccorso con l’intento di ribaltare gli effetti delle politiche istituzionali finalizzate a mettere le persone le une contro le altre e che considerano i migranti (i richiedenti asilo in particolare) come (s)oggetti incapaci, senza diritti, senza possibilità di scelta e di movimento.

*ore 20.00* la saporita e solidale ospitalità di nonna Sobilla e distribuzione delle passate.

*GIOVEDI’ 30 NOVEMBRE*

*dalle ore 19.30* la gustosa accoglienza di nonna Sobilla

*ore 20.30* presentazione di KARALO’ – Cucire legami solidali per un accoglienza dal basso con l'intervento dell''avv. Manola Russo - One bridge to Idomeni

Karalò è una sartoria autogestita da un gruppo di richiedenti asilo, ospiti di un centro di accoglienza di Roma. Il progetto nasce tre anni fa da un’idea di migranti e operatori del centro, con l’intento di promuovere una sartoria all’interno dello SPRAR. Poiché lì la realizzazione era molto difficile, dall'incontro con i ragazzi e le ragazze di Communia è nata l’idea di dare vita a una vera e propria sartoria all’interno di quello spazio occupato, nel quartiere di San Lorenzo. Un progetto dal basso, che punta sull'auotonomia dal sistema di accoglienza ormai al collasso, sempre più concepito come dispositivo di controllo sui migranti e fonte di profitto per il “privato sociale”.


*UN GIOVEDI’ DI GENNAIO*
Serata con *ANTENNE MIGRANTI – Monitoraggio lungo la rotta del Brennero

Le recenti crisi umanitarie hanno determinato un crescente flusso di uomini e donne richiedenti asilo. La risposta arrivata dagli Stati e dalle istituzioni europee si è concretizzata nell’erezione di muri fisici e legali al fine di ostacolare il libero movimento dei migranti. Antenne Migranti e la Fondazione Alexander Langer Stiftung hanno deciso di promuover un monitoraggio della situazione nelle stazioni e nelle città, sulla linea Verona-Brennero. L’attività è finalizzata ad osservare e prevenire le violazioni dei diritti dei migranti, fornire supporto e accesso alle informazioni al fine di una scelta consapevole e, parallelamente, esercitare una costante pressione politica sulle istituzioni.

Tutte le iniziativa di terranno presso

La Sobilla
Salita Santo Sepolcro 6/b, Verona

FILMAFRICA 2017

CINEMA AL MUSEO AFRICANO



FILMAFRICA
, Un nuovo sguardo sul cinema arriva dal continente africano dal 16 al 22 luglio 2017 ore 21.30 presso il Parco Missionari Comboniani in Vicolo Pozzo 1, Verona - parcheggio interno - entrata libera!

Documentari, film, fiction, corti di produzione e registi africani, con temi riguardanti l'Africa e l'attualità. Una settimana di rassegna di cinema africano, all'aperto, con due prime nazionali; incontri e dibattiti su tematiche relative la diaspora, l'integrazione, le tradizioni e le identità.

Da più di un secolo il continente africano entra in Europa anche grazie alle Arti: danza, musica, scultura e arti visive hanno portato, in tempi diversi, linfa nuova in momenti di stasi. Il vento d'Africa nel cinema (per citare il film di Anton Giulio Majano del 1949) sta arrivando, con la critica sempre più interessata ai nuovi linguaggi proposti da registi africani.
A conferma dell'interesse si apre quest'anno la prima edizione di FILMAFRICA, rassegna cinematografica che nasce all'interno del bando MirgrArti del Mibact, dal 16 al 22 luglio che si terrà non a caso a Verona: questa città infatti è già attiva per l'integrazione della cultura africana con un Museo Africano e un Festival di cinema a novembre oltre a essere casa madre di missionari comboniani.

FILMAFRICA vedrà partecipare il meglio della produzione africana degli ultimi anni con alcune anteprime assolute come PIM PIM TCHE'. TOAST DE VIE del regista Jean Odoutan, storia della bellissima Chimène che, per continuare gli studi, è costretta a scendere a difficili compromessi; una rivolta in Costa d'Avorio è il tema centrale di BAYIRI. LA PATRIE di Pierre Yameogo, un film di forte denuncia, che ha incontrato resistenza nella circuitazione anche in patria. Altri titoli sono il toccante cortometraggio LE SOULIER DE L'AID di Anis Lassoued e il documentario di Tony Saccucci IL PUGILE DEL DUCE, storia di Leone Jacovacci, pugile congolese naturalizzato italiano la cui brillante carriera sotto il fascismo fu oscurata perché nero.

Molti altri i film in programmazione ma non solo: la rassegna prevede anche incontri e dibattiti per favorire la reciproca conoscenza delle differenti identità culturali cinematografiche, per contrastare le possibili discriminazioni, per capire come lavorano cineasti africani a cavallo tra diversi mondi, quello delle loro origini e quello europeo (o americano).

La rassegna è organizzata dall'Associazione Segnaevento di Roma, in collaborazione con l' Acse (Associazione comboniana servizio emigranti) e la Fondazione Nigrizia.

L'intero programma, i titoli e le sinossi dei film in cartellone sono consultabili sul sito: www.filmafrica2017.com

Segui anche la pagina Fb di Filmafrica

Per info: Associazione Segnavento tel. +39 349 57 67 694 / +39 348 33 60 943

Il grande Chaplin

I LUNGOMETRAGGI

La fondazione Maffei organizza un corso sui  lungometraggi di Charlie Chaplin con la proiezione di alcuni tra i suoi piu' famosi.

Il corso si terrà nella sala conferenze della Casa del Quartiere in via Polveriera Vecchia 6,  Verona

Il primo della serie di incontri è dedicato al "Il pellegrino" e sarà mercoledi 19 aprile alle ore 18,30.

Vedi locandina 

Per costruire insieme la nostra casa comune

QUATTRO INCONTRI SULLA ENCICLICA "LAUDATO SI'"

L'Associazione "Sulle Orme onlus" organizza una serie di incontri sulla enciclica di Papa Francesco  Laudato si'  per riflettere sul senso dell'esistere e sui valori che sono alla base della vita sociale (vedi allegato).

La nostra società sembra abbia distorto l'interpretazione del racconto della creazione, esaltando la missione del dominio sulla terra e dimenticando quello ella custodia in relazione con altri elementi quali la giustizia e la pace.

Il primo di questi incontri sarà venerdì 7 aprile 2017 alle ore 21 presso la Chiesa di Santa Maria della Pieve a Colognola ai Colli (VR) con padre Alessandro Barban, priore della Comunità Monastica di Camaldoli.

L'invito è per tutti gli uomini di buona volontà e per tutti coloro che sono ancora disponibili a farsi interrogare.

 

         


In Israele è ormai apartheid

COME ABBATTERE IL MURO DI ODIO TRA ISRAELIANI E PALESTINESI

Un coinvolgente incontro al Monastero del Bene Comune di Sezano.

Mercoledì 29 marzo alle ore 20,45 una serata in compagnia dei rappresentanti del Movimento Internazionale del Boicottaggio (BDS) di Bologna per riflettere e intraprendere iniziative contro l'apartheid che Israele ha messo in atto nei confronti dei Palestinesi.

“Israeliani e palestinesi non hanno bisogno di erigere un muro che li separi: hanno bisogno di abbattere il muro che li divide.” (David Grossman)


 


Dalle ceneri di Gandhi rinasce la nonviolenza

STILE DI UNA POLITICA PER LA PACE

Cari amici e care amiche, la Fondazione Nigrizia e il Movimento Nonviolento propongono l'incontro Dalle ceneri di Gandhi rinasce la nonviolenza, stile di una politica per la pace .
Lunedì 30 Gennaio 2017 presso la Sala Africa della Fondazione Nigrizia in Vicolo Pozzo 1, Verona, dalle ore 20:30.

Proiezione del documentario Le ceneri di Gandhi di Massimiliano Troiani (40 min) e presentazione del messaggio di Papa Francesco sulla nonviolenza, con relazione di Mao Valpiana (direttore di Azione nonviolenta).
Modererà P. Efrem Tresoldi (direttore di Nigrizia).

Per info:
Fondazione Nigrizia : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Movimento Nonviolento : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0458009803

 


San Martino Domani

NUOVE RIFLESSIONI SULLA E PER LA COMUNITA'

Fedeli allo spirito pluralista riceviamo e pubblichiamo la presentazione di questa nuova realtà comunitaria. Gerico è uno spazio libero e plurale che darà voce a quanti vorranno seriamente comunicare e proporre la loro idea di comunità cittadina.

San Martino Domani è un’associazione politico culturale apartitica formata da semplici cittadini di provenienze diverse che ha a cuore il nostro paese e che sta lavorando su diversi progetti tra i quali quello di creare una lista di cittadini che si presenti alle elezioni del 2017.

Partiamo dal nostro territorio perché lo amiamo e vogliamo agire per migliorare sempre di più la qualità della vita di quelli che lo abitano.

Veniamo da esperienze associative e di volontariato e abbiamo imparato cosa significa “prendersi cura”. Ed è anche per questo che abbiamo deciso di impegnarci per il nostro paese. Siamo convinti che questo si possa raggiungere solo con la partecipazione e con il coinvolgimento di chi ha a cuore San Martino Buon Albergo.

A San Martino B.A. abbiamo organizzato una serie di incontri per presentarci.

Il 30 Settembre conosceremo l’esperienza dell’ex sindaco di Castelnuovo Maurizio Bernardi e di come, con la sua associazione è riuscito, andando ad amministrare, a dare un volto nuovo al suo paese mettendo al centro di tutto la persona e le politiche famigliari. Maurizio Bernardi, per noi, è il faro che ha ispirato il percorso cha abbiamo intrapreso dal Novembre 2015.

Il 4 Novembre inviteremo rappresentanti del Sì e del No per mettere a confronto idee per avere strumenti per decidere come votare al referendum costituzionale. Volutamente non abbiamo preso una posizione perché vogliamo che siano le persone a scegliere indipendentemente dalla simpatia o dalla appartenenza.

Il 25 Novembre incontreremo Marco Boschini (amministratore del comune di Colorno) dell’Associazione Comuni Virtuosi, affronteremo il tema di come si possano fare scelte amministrative, tra cui il bilancio, coinvolgendo anche concretamente i cittadini.

Sarà l’occasione per ascoltare, conoscere le nostre proposte e per imparare da esperienze di vita più che da parole.


Claudio Ferrarini - Socio di GericoTV 

Emporio Casa del Colle

APRE L'EMPORIO DELLA SOLIDARIETA'

Giovedì 30 giugno alle ore 19.00 si apriranno ufficialmente i cancelli del civico 20 di via Muro Padri dove, da circa un anno, è attivo in via sperimentale il secondo emporio di Verona, l’Emporio Casa del Colle.

L’Emporio Casa del Colle, nel cuore di Veronetta, ha vissuto un anno di sperimentazione che ha dato i suoi frutti spostando e trasformando di fatto il tradizionale servizio del dispensario alimentare attraverso borse preconfezionate sia della ex struttura di Vicolo Pozzo, sia della San Vincenzo della parrocchia Santi Nazaro e Celso. Il servizio, gestito sempre dalla Rete Talenti, attraverso volontari di Caritas e della parrocchia di San Nazaro, accoglie e sostiene 223 famiglie, per un totale di oltre 1000 utenti, che possono accedere al mini-market solidale “acquistando” con la tessera punti i prodotti autonomamente scelti per il proprio fabbisogno.

L’Emporio della Solidarietà Casa del Colle ha avviato da ormai un anno il suo servizio in favore delle oltre duecento famiglie in temporaneo stato di difficoltà economica – commenta Carlo Croce, vicedirettore di Caritas e Responsabile del Progetto Empori – insieme a quello dei Santi Apostoli, che sostiene 60 famiglie, raggiungiamo un numero considerevole di persone. In via Muro Padri abbiamo un gruppo di volontari che con grande generosità si dedicano al servizio che in questo tempo di apertura in sordina ha registrato un buon avvio e in completa tranquillità. Negli ultimi mesi, per verificare il servizio, abbiamo somministrato alle persone utenti un questionario da compilare in anonimato per registrare eventuali criticità e gradimento. Dobbiamo dire che il risultato ci ha favorevolmente colpiti in quanto il gradimento è al massimo sia per ciò che concerne la semplicità dell’approvvigionamento, sia per la cortesia con cui l’utente viene accolto, mentre di criticità ne sono state segnalate davvero pochissime. Comunque ci ripromettiamo di migliorare sempre di più”.

E’ imbarazzante parlare di povertà in termini di numeri – spiega mons. Giuliano Ceschi, direttore di Caritas Diocesana – purtroppo, anche in Verona sono molte, troppe, le famiglie che ogni mese vivono nella condizione di disagio. La fame è frutto della povertà e la povertà scaturisce dalle ingiustizie. C’è chi ha troppo e chi non ha nulla o manca del necessario. La prima misericordia corporale “dar da mangiare agli affamati” deve portarci a verificare lo stile dei nostri consumi, ad evitare tutto ciò che è superfluo per destinarlo ai poveri e ridonare loro la dignità di cui hanno diritto. Casa del Colle è il secondo Emporio che apriamo in città e con quello dei Santi Apostoli raggiungiamo ormai oltre 300 famiglie. Un grazie vogliamo porgerlo ai donatori che con grande generosità non fanno mancare il necessario, adottando gli scaffali dei nostri empori”.

Rete Talenti cerca volontari da impiegare nei servizi di magazzino e conduzioni degli automezzi.

Tra le attitudini richieste sono fondamentali la flessibilità di attività e disponibilità in termini di orario, la capacità organizzativa di lavoro in autonomia e di collaborazione con il gruppo, precisione, affidabilità, sensibilità e spirito di servizio. Si richiede il possesso della patente B e/o C. Per maggiori informazioni potere consultare il sito: www.caritas.vr.it

Fonte: Caritas Verona

La cura della nostra casa comune

SERATA DI APPROFONDIMENTO SULL'ENCICLICA "LAUDATO SI'"

Giovedì 12 maggio alle ore 20.45 presso il Teatro Peroni in Piazza del Popolo a san Martino Buon Albergo si svolgerà un interessante serata per riflettere e approfondire l'enciclica di Papa Francesco "Laudato sì'"

L'incontro, ad ingresso libero, è  organizzato dall'Unità Pastorale di san Martino B.A., dalla Caritas di san Martino B.A. e dall'Associazione 37036.

Moderatore sarà Raffaello Zordan,  redattore della rivista comboniana Nigrizia, e relatori don Felice Tenero, Direttore del C.U.M. (Centro Unitario Missionario) e un rappresentante della Commissione Diocesana sui "Nuovi Stili di Vita". 

             

Claudio Ferrarini